Silent, but moving on

This post, after a relatively long pause, is just telling that we have not stopped. We are simply working, maybe silently, maybe too silently, but working hard.

Last months before the summer vacation period have been mostly focused on participating to important initiatives as the Climate Launchpad 2015 competition and the Festival Ecofuturo. These activities were aimed to gain visibility and widen our networking. Most probably the time and effort spent in participating to these events has slowed down the actual work on the conversion. But it wasn’t really wasted time because an innovative project needs visibility and needs more people, more feedbacks, more options, more ideas. We cannot afford to work on our own, in the closed workshop to discover at the end that world is going somewhere else, we need contact, we need confrontation with reality. And it was indeed a learning exercise.

However, as we got back from summer vacation, we realized that our development group was simply ready to start working on the real thing. The conversion fundamentals are clear at this moment.

We know what vehicle we want to convert: a 6th series Ford Fiesta, made around the 2009. The whole team is searching the web and our contacts to find one at a good price, a real bargain. We do not need a readily running car, we can also work with a lightly damaged vehicle, we will fix it anyway. We should make it in less than 2000 Euro.

We have decided the engine model (HPEV AC-51) and the controller (Curtis) to use in our powertrain. The engine was dimensioned through the calculations implemented by our calculation sheet. The controller is a natural choice for a DIY project and will allow a lot of learning and, why not, hacking as well!

We have recently also dimensioned the battery cells to be used in our project. We have chosen LiFePO4 3.2V cells with 100Ah capacity. The dimensioning was mainly driven by the minimum possible capacity that may allow the motor to deliver similar performances as the gasoline vehicle, especially in terms of maximum speed.

We will most likely find a suitable BMS here in Modena, there are factories producing such devices here at hand.

Last, but not least, a new member has joined the team, a professional mechanic, passionate with electric mobility. Nothing better! He has offered to the project a dismissed workshop near Modena, which we will use to work on the firts conversion. That’s a big hit!

So, we have clear ideas on the main components. We are sure that once the Fiesta will be in the workshop, we will jumpstart the work to replace the old engine in a brand new AC electric motor.

If you want to know all the details of our project developments, please consult the Meetings page, where we publish all our weekly meeting minutes.

In silenzio, ma andiamo avanti

Questo post, dopo una pausa relativamente lunga, dice proprio che non ci siamo fermati. Semplicemente stiamo lavorando, forse in silenzio, forse un po’ troppo in silenzio, ma lavorando sodo.

Gli ultimi mesi prima delle vacanze estive sono stati più che altro focalizzati nel partecipare ad importanti iniziative come la competizione del Climate Launchpad 2015 ed il Festival Ecofuturo. Queste attività erano mirate ad aumentare la visibilità ed ampliare il nostro network. Molto probabilmente il tempo e lo sforzo spesi nella partecipazione a questi eventi ha rallentato il lavoro della conversione. Ma non è stato davvero tempo perso perchè un progetto innovativo ha bisogno di visibilità, più feedback, più opzioni, più idee. Non possiamo permetterci di lavorare da soli, nel chiuso della nostra officina, per poi scoprire che il mondo sta andando da qualche altra parte, abbiamo bisogno di contatto, abbiamo bisogno di confrontarci con la realtà. Ed è stato senz’altro un esercizio da cui imparare.

Comunque, come siamo tornati dalle vacanze estive, ci siamo resi conto che il nostro gruppo di sviluppo era semplicemente pronto ad iniziare a lavorare sul serio. Gli aspetti fondamentali della conversione sono chiari in questo momento.

Sappiamo quale veicolo vogliamo convertire: una Ford Fiesta della VI generazione, costruita intorno al 2009. Tutto il team sta cercando sul web e tra i nostri contatti per trovarne una a buon prezzo, un vero affare. Non abbiamo bisogno di un’auto marciante immediatamente, possiamo anche lavorare con un veicolo leggermente danneggiato, lo aggiusteremo in ogni caso. Dovremmo farcela con meno di 2000 Euro.

Abbiamo deciso il modello del motore (HPEV AC-51) e del controller (Curtis) da usare nel nostro powertrain. Il motore era stato dimensionato attraverso i calcoli definiti da nostro foglio di dimensionamento. Il controller è una scelta naturale per in progetto DIY e permetterà di apprendere molto e, perché no, anche smanettarci su.

Recentemente abbiamo anche dimensionato le celle di potenza da usare nel progetto. Abbiamo scelto delle celle LiFePO4 da 3.2V da 100Ah. Il dimensionameto è stato principalmente guidato dalla minima capacità che può permettere al motore di fornire prestazioni simili al veicolo a benzina, specialmente in termini di velocità massima.

Molto probabilmente troveremo un BMS adatto a Modena, ci sono industrie che producono questi dispositivi qui a portata di mano.

Non ultimo, il nostro team ha un nuovo membro, un meccanico professionista appassionato di mobilittà elettrica. Niente di meglio! Ha offerto al progetto un’officina non utilizzata vicino Modena, che useremo per lavorare sulla prima conversione. Questo è un bel colpo!

Dunque, abbiamo le idee chiare sui componenti chiave. Siamo sicuri che non appena la Fiesta sarà nell’officina, partiremo spediti al lavoro per sostituire il vecchio motore con un nuovissimo motore elettrico in alternata.

Se desiderate conoscere i dettagli sugli sviluppi del progetto potete consultare la pagina Meetings, dove pubblichiamo i verbali degli incontri settimanali.

iaiaGi project meetings to start this Wednesday 13/5

Our project’s Call for Makers really went the way we were wishing. At the end of the presentation we got an interested response from people with diverse background and experience, which is exaclty the mix that one should expect in a Fablab – and indeed what a Makers project needs.

We will soon post in the blog a more detailed and descriptive report of last Saturday’s Call for Makers, including the video taken during the project presentation. It’s going to be a really interesting document.

However, as an immediate follow-up, the Call for Makers event has enforced our confidence about having the right numbers to quickly initiate the weekly iaiaGi meetings in the Modena Fablab. The first meeting is scheduled right next Wednsday May 13 at 9PM at the Modena Fablab in strada Barchetta 77.

The meeting will be open to everybody, either those who have attended the Call for Makers or new interested ones. We will have possibility to get to know better each other, each to tell her/his own experience, ambitions and expectations towards the project and also to make the status of the project itself to understand together how to proceed in an organized manner.

Therefore we expect the same openness and enthusiasm experienced last Saturday.

 

Cominciano il 13 maggio gli incontri di progetto iaiaGi

La Call for Makers del nostro progetto è andata veramente nel modo che speravamo. A fine presentazione abbiamo avuto una risposta di interesse da parte di persone di diversa formazione ed esperienza che è proprio il mix che ci si può aspettare in un Fablab e, in definitiva, quello che serve per un progetto di Makers.

Posteremo a breve sul blog un resoconto più dettagliato e descrittivo della Call for Makers dello scorso Sabato, completa del video realizzato durante la presentazione del progetto. Sarà senz’altro un documento interessante.

Ma come follow-up immediato, la Call for Makers ci ha dato la sicurezza che abbiamo i numeri per iniziare subito gli incontri settimanali di iaiaGi al FabLab di Modena. Il primo incontro sarà proprio il prossimo mercoledì 13 maggio alle ore 21 presso il Fablab di Modena in strada Barchetta 77.

L’incontro sarà aperto a tutti, sia che abbiano partecipato alla Call for Makers, sia ai nuovi interessati. Avremo la possibilità di conoscerci meglio, di raccontare ognuno la propria esperienza, aspirazione e aspettativa verso il progetto, e di fare anche un po’ il punto del progetto stesso per capire insieme come procedere in modo organico.

Ci aspettiamo dunque la stessa apertura e lo stesso entusiasmo di sabato scorso.

iaiaGi Call for Makers: multiply our strength

Our project is a DIY one, born with Makers spirit. Thus, the great harmony, established between us and the Modena FabLab in believing in this project, has not occurred just by chance.

Indeed, at the Modena FabLab, in Strada Barchetta n.77, on Saturday May 9th at 4PM, our first Call for Makers will take place, a public presentation aimed to extend our work group and ensure the achievement of the first fundamental objectives of the iaiaGi project.

Continue reading

Call for Makers per iaiaGi: moltiplicare le forze

Il nostro è un progetto DIY, nato con lo spirito dei Makers. Non è quindi per caso che si sia instaurata subito una forte sintonia tra noi ed il FabLab di Modena nel credere in questo progetto.

E’ proprio presso il FabLab di Modena, in Strada Barchetta n.77, Sabato 9 maggio alle ore 16, che si terrà la nostra prima Call for Makers, una presentazione pubblica con cui vogliamo allargare il nostro gruppo di lavoro ed assicurare di raggiungere i primi importanti obiettivi del progetto iaiaGi.

Continue reading

An enthusiast EV driving experience testimony

IMG_1689r

Last Thursday we had a great opportunity to arrange an interview with one lucky Tesla Model S electric car driver, Chris Heerius.
Chris is Managing Director at Jaga, a worldwide class company producing heating readiator solutions for large buldings.
Besides the enthusiastic description of the Tesla Model S driving experience, this interview delivers a message about lifestyle focused on sustainability and environmental quality improvement, which are indeed among the fundamental principles upon which iaiaGi project is developing.

Continue reading

Un’entusiasmante testimonianza sull’esperienza di guida di auto elettrica

IMG_1689r

Giovedì scorso abbiamo avuto la grande opportunità di organizzare un’intervista con un fortunato guidatore di una Tesla Model S, Chris Heerius.

Chris è un Direttore d’Area presso Jaga, un’azienda a livello mondiale nel campo della produzione di radiatori di riscaldamento per grandi edifici.
Oltre alla descrizione entusiastica dell’esperienza di guida della Tesla Model S, questa intervista dà un messaggio su uno stile di vita focalizzato sulla sostenibilità e sul miglioramento della qualità ambientale, che sono proprio tra i principi fondamentali su cui si sviluppa il progetto iaiaGi.

Continue reading

Refactoring

One of the most interesting and distinctive aspects in the Maker approach is learning by experience just enough to be productive.
This is one of the reasons why we did not hold back from this project’s challenge, although we don’t have full technical knowledge in the automotive mechanics field.
It’s interesting as well to realise that methods and concepts used in certain application contexts can prove equally useful to address problems seemimgly very different from those they have been defined for.

Continue reading

Refactoring

Uno degli aspetti più interessanti e distintivi dell’approccio Maker è quello di apprendere dall’esperienza quello che serve per produrre.
E’ questa una delle ragioni per cui non ci siamo tirati indietro dalla sfida di questo progetto pur non avendo tutte le conoscenze tecniche nell’ambito della meccanica automobilistica.
Un’altro fatto interessante è scoprire che concetti e metodi utilizzati per certi contesti applicativi, possono rivelarsi ugualmente utili per affrontare problemi apparentemente molto diversi rispetto a quelli per cui sono stati definiti.

Continue reading