iaiaGi partecipa al #climatestrike del 27 settembre 2019 al corteo di Modena. Vieni anche tu!

English mother tongue, please, click here. Questa è la settimana del #climatestrike, un evento globale in cui i giovani di tutto il mondo rivendicheranno con forza il diritto di avere un futuro vivibile per loro e per i loro figli. La richiesta è di vedere attuate azioni concrete per contenere il fenomeno del cambiamento climatico, ormai giunto a livelli insostenibili.
Noi di iaiaGi, età a parte, sentiamo questo evento vicinissimo ai valori su cui abbiamo fondato il nostro progetto fin dal primo giorno, e sentiamo di condividerne motivazioni e obiettivi.  Per questo motivo saremo anche noi in piazza questo venerdì 27 settembre a Modena, a pretendere azioni politiche ed economiche sostanziali, radicali e, molto probabilmente eccezionali, da mettere in atto immediatamente. Chi ci ha seguito in questi anni conosce i valori fondanti del nostro progetto: rispetto per l’ambiente, per l’uomo e per la relazione tra uomo e ambiente. Questi valori sono la chiave per avere un mondo vivibile nel presente e per le generazioni future. Sentiamo di non poterci più adeguare a consuetudini e standard insostenibili solo perché “si è sempre fatto così”. Non c’è più tempo per operazioni di pura facciata: servono interventi forti e la collaborazione convinta della politica e del sistema produttivo. Sentiamo di non poter più accettare un sistema economico esclusivamente guidato dalla crescita e dal profitto fine a se stesso, che lascia in secondo piano o ignora del tutto le conseguenze delle sue decisioni sulle condizioni ambientali della Terra. Vogliamo che le attività economiche si sviluppino in maniera innovativa, senza riempire ulteriormente il mare di plastica, la terra di rifiuti e l’aria di CO2 ed altri gas serra. L’impegno richiesto ai singoli cittadini, nessuno escluso, prevede di accettare il cambiamento nelle cose di tutti i giorni, e misurare benessere e ricchezza con il metro della sostenibilità e della salvaguardia delle risorse naturali. In quest’ottica la conversione dei veicoli a benzina o gasolio in veicoli elettrici a piene prestazioni è uno degli strumenti risolutivi, sicuramente efficace nel facilitare la transizione verso una mobilità senza emissioni, ed utile allo stesso tempo per azzerare l’impatto della rottamazione. Partecipate anche voi insieme a noi questo venerdì 27 a questa manifestazione. Condividetela, diffondetela, parlatene, e se vi è possibile veniteci a trovare per confrontarci insieme ai giovani che, con più lungimiranza di noi “adulti”, si stanno prendendo cura del futuro di tutti.