Il Team iaiaGi

English version

Enrico Melotti


Nasce a Modena nel 1990. La sua formazione professionale inizia come Perito Industriale Chimico per poi proseguire con gli studi presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, presso la quale nel 2013 consegue la laurea triennale in Ingegneria Meccanica.
In parallelo allo studio universitario, ottiene l’abilitazione a specialista in automazione industriale dopo aver frequentato i corsi presso l’istituto IAL di Modena, e nel 2015 ne consegue l’abilitazione all’esercizio della professione.
Ha svolto la professione di progettista meccanico presso uno studio di consulenze in ambito automazione industriale. Ha avuto esperienze precedenti di ufficio tecnico in azienda specializzata nella lavorazione del titanio e parti speciali per i settori aerospazio ed automotive, che gli hanno permesso di completare il percorso di start up e certificazione NADCAP riguardante l’impianto di ossidazione anodica del titanio per l’industria aerospaziale.
Si occupa di progettazione meccanica a supporto della componentistica elettronica. Fa parte del Consiglio di Amministrazione di iaiaGi S.R.L. Startup Innovativa col ruolo di consigliere.

Flavio Odorici


Nasce a Vignola (MO) nel 1954. Libero professionista, inizia la sua attività di progettazione elettronica nel 1979. Da sempre ritiene irrinunciabili i valori di etica e di condivisone sociale del lavoro. Nel 1973 consegue il titolo di Perito Elettronico presso l’Istituto Tecnico Industriale Statale “Enrico Fermi” di Modena.
Dal 1983 al 2010 collabora come consulente esterno con Ferrari S.P.A. nella sezione Gestione Sportiva.
Ha progettato e realizzato i simulatori di vettura che vengono utilizzati in Formula 1, prima in collaborazione con Magneti Marelli e poi in autonomia, fino ai grandi simulatori in uso attualmente.
Un campo che ha dato grandi soddisfazioni professionali ed umane è quello degli ausili per disabili, in particolare bambini spastici. Insieme ad Auxilia, una storica azienda modenese del settore, sono state realizzate interfacce e sensori che hanno contribuito a migliorare la qualità della vita di tanti utenti.
In Riker S.R.L. è stato responsabile progettazione e sviluppo elettronica. Nel 2010 nasce il kit di conversione retrofit da combustione ad elettrico per la Smart ForTwo. Il kit ottiene l’omologazione senza il consenso della casa madre e viene prodotto in piccola serie.
In Evotek S.R.L. ha curato il progetto elettronico di Sym026, un simulatore di guida F1 di nuova generazione destinato all’addestramento piloti e al gaming di altissimo livello.
Dal 2015 fa parte del Progetto iaiaGi. Ha curato la parte hardware dello sviluppo e della realizzazione del prototipo Kevin 1.0, messo su strada a gennaio 2018.
Attualmente, in iaiaGi S.R.L. Startup Innovativa, sta sviluppando il progetto Kevin 2.0, che porterà il retrofit ad avere prestazioni paragonabili a quelle delle auto elettriche di nuova produzione, con livelli di costo molto inferiori.
Si occupa di progettazione dell’elettronica e svolge il ruolo amministratore e coordinatore tecnico. Fa parte del Consiglio di Amministrazione di iaiaGi S.R.L. Startup Innovativa col ruolo di consigliere.

Alberto Trentadue


Nasce a Roma nel 1968. Consegue la laurea in Ingegneria Elettronica V.O. nel 1995.
Fino al 2017 ha svolto il ruolo di Project Manager per il gruppo multinazionale Anritsu. Ha curato l’implementazione di sistemi HW/SW di monitoraggio di reti di telecomunicazione per i maggiori gestori telefonici in Europa. Certificato Project Management Professional (PMP) dal 2007.
Nel 2014 ha iniziato la collaborazione con Valerio Vannucci nello sviluppo del Progetto iaiaGi per il retrofit elettrico delle autovetture, del quale è cofondatore. Oltre alla promozione e lo sviluppo del Progetto in generale, si è concentrato sugli aspetti software e delle tecnologie connesse del kit di conversione.
Dal 2017 ha avviato lo studio professionale indipendente Agilioty (agilioty.com) ed ha fornito consulenze di progettazione e realizzazione di sistemi di monitoraggio ambientale e di processo per mezzo di tecnologie connesse (IoT).
È cofondatore del Progetto iaiaGi. Si occupa di progettazione elettronica e programmazione dei componenti connessi ed assieme a Valerio Vannucci amministra e coordina le attività di gestione, sviluppo e comunicazione. Fa parte del Consiglio di Amministrazione di iaiaGi S.R.L. Startup Innovativa col ruolo di vicepresidente.

Valerio Vannucci


Nasce a Chieri (TO) nel 1968. Si forma presso l’Università degli Studi di Pisa dove nel 1997 consegue la laurea in Ingegneria Aerospaziale.
Svolge inizialmente per due anni la professione di consulente informatico sistemista per poi avviare la sua carriera professionale di esperto di protocolli per le telecomunicazioni nel settore dei sistemi di monitoraggio delle reti di telefonia fissa e mobile presso l’azienda multinazionale Netscout. Durante i suoi 19 anni di carriera nel settore delle telecomunicazioni, si occupa di assistenza tecnica e formazione presso i clienti, di project management nel settore dei professional services e parallelamente coltiva la sua passione per l’informatica, l’elettronica ed il settore automotive.
Nel 2010 idea il concetto alla base dello sviluppo del Progetto iaiaGi che cofonda assieme ad Alberto Trentadue nel 2014. Unisce la sua esperienza sui protocolli di telecomunicazioni con le sue passioni per l’informatica, l’elettronica ed il settore automotive per la riuscita e la diffusione del Progetto iaiaGi.
È ideatore e cofondatore del Progetto iaiaGi. Si occupa di progettazione elettronica e programmazione dei componenti di interfaccia col veicolo e dei protocolli di comunicazione ed assieme ad Alberto Trentadue amministra e coordina le attività di gestione, sviluppo e comunicazione. Fa parte del Consiglio di Amministrazione di iaiaGi S.R.L. Startup Innovativa col ruolo di presidente.

Franco Vecchi


Nasce a Modena nel 1961. Appassionato di elettronica e telecomunicazioni fin da ragazzo, a 14 anni consegue il suo primo diploma di Sperimentatore Elettronico della Scuola Radio Elettra di Torino. Nel 1980 si diploma Perito Industriale in elettronica e Telecomunicazioni presso l’ITIS “Fermo Corni” di Modena e collabora fin dai tempi della scuola con alcune aziende del settore. Impara su un primo Apple II autocostruito la programmazione informatica. Negli anni seguenti si occupa su commissione della ASL di Modena e dell’Unione Ciechi di progettare alcuni ausili tra cui una piccola serie di stampanti Braille, oltre all’attività principale di progettazione e realizzazione di dispositivi elettronici ed applicazioni informatiche per l’automazione industriale, collaborando con alcune aziende internazionali tra cui la Philips.
Agli inizi del 1990 collabora come consulente esterno con una piccola azienda per lo sviluppo di un prototipo di automobile elettrica, e partecipa al convegno mondiale di Hong Kong dei costruttori di automobili focalizzato sul veicolo elettrico. Negli anni seguenti coordina un gruppo di sviluppatori software, realizzando uno dei primi sistemi di supervisione e controllo in rete WAN integrato di 5 stabilimenti ceramici, quello che ora verrebbe definito Industria 4.0. Da sempre interessato alle tematiche ambientali e sociali, è attivista nell’Economia Solidale dal 2011.
Si occupa di progettazione elettronica e sviluppo del firmware nell’ambito degli aspetti di automazione del veicolo. Collabora alla gestione logistica ed amministrativa col ruolo di responsabile dei rapporti con il pubblico e le istituzioni. Fa parte del Consiglio di Amministrazione di iaiaGi S.R.L. Startup Innovativa col ruolo di consigliere.